Presentazione del Consorzio Acque Reflue

Generalità – SCHEMA CONSORTILE E CONFIGURAZIONE :

Il Consorzio Depurazione Acque Reflue della Valle dell’Orba, opera nel settore del collettamento e depurazione delle acque reflue di abitati ubicati lungo la media valle dell’Orba (Silvano/Rocca – Predosa) e dei relativi affluenti (Piota, Lemme, ecc.); nel corso degli anni ha realizzato un sistema di collettori con unico impianto di depurazione, atto a trattare i liquami di 40.000 ab./equiv. con afflusso max di 440 mc/h:

 

Schema Consortile :

COMUNI CONSORZIATI
  • Silvano d’Orba
  • Castelletto d’Orba
  • Capriata d’Orba
  • Predosa
  • Basaluzzo.
 
COMUNI CONVENZIONATI
  • S. Cristoforo
  • Fresonara
  • Rocca Grimalda
  • Montaldeo
  • Tagliolo Monferrato
  • Lerma
  • Casaleggio Boiro
  • Mornese
  • Francavilla Bisio
  • Pasturana
  • Tassarolo
  • Gavi
 
Configurazione Consortile :
 
 
Attuale
In progetto
Totale
Totale comuni serviti
17
2
19
Totale popolazione servita
29.510 ab.
2.467 ab.
31.977 ab
Superficie totale comuni serviati
271,56 kmq
29,50 kmq
301,06 kmq
Potenzialità impianto ab. Equivalenti
45.000
 
45.000
Portata media trattata
10.000 mc/giorno
3.100 mc /giorno
13.100 mc /giorno
Centrali di sollevamento
5
 
5
Sviluppo reti consortili
75,00 km
18,00 km
93,00

Allo stato pertanto sono allacciati 17 Comuni in parte con alta caratterizzazione industriale.

Ad oggi la portata eccede i 500 mc/h ed è previsto, stante il trend di sviluppo ed ampliamento delle principali attività produttive in atto, un ulteriore spinta entro il 2010 sino a oltre 600 mc/h, con carico pari a tondi 60.000 ab/equivalenti. Ulteriori insediamenti industriali programmati in zona consigliano di portare la potenzialità già sin d’ora a 80.000 ab./eq.

Inoltre da alcuni anni, sono state individuate dal Consorzio e da ciascuno dei comuni consorziati, tutta una serie di criticità, che riguardano sostanzialmente il collettamento di zone ad oggi ancora non servite da reti fognarie, opere di sfioro e suddivisione di acque di pioggia da acque cloacali, ed altre opere complementari.

 

Elenco delle fasi esistenti
 
L’impianto si compone delle seguenti fasi di trattamento
 
  1. Sezione di sollevamento iniziale
  2. Sezione di grigliatura automatica su 2 linee
  3. Sezione di disabbiatura e disoleatura su 2 linee
  4. Sezione di decantazione primaria su 2 linee
  5. Sezione di by-pass dei liquami pretrattati su 2 linee
  6. Sezione di ossidazione su 2 linee
  7. Sezione di decantazione secondaria su 2 linee
  8. Sezione di defosfatazione su 2 linee
  9. Sezione di clorazione
  10. Sezione di addensamento dei fanghi
  11. Sezione di disidratazione meccanica dei fanghi
  12. By-pass generale a monte del sollevamento iniziale